Oltre le ringhiere

di F. Amadei

[Raffaelli Editore, 2014]

La bellezza secondo Amadei è la sincerità di quello che è originale (nel senso di quello che era in origine), è la matrice vitale che sta alla base di ogni cosa e la fonte della stessa meraviglia che imperversa nella sua poesia.

In questa terza raccolta, il linguaggio diventa più colloquiale (anche se non mancano le eccezioni) e l’io lirico si impone ulteriormente, rispetto alla prova precedente, in una dimensione di dialogo e riflessione manifesti che, se prima cercava per lo più la sua funzione nel mondo e vedeva spesso quest’ultimo come strumento di ricerca, adesso viene analizzato più genuinamente.

L'azzurro del mare condensato nel tuo costume
spezzato, dello stesso colore, ma più denso
quasi materico, a rimarcare la falcata delle tue gambe
abbronzate verso l'acqua, resto in bilico tra questo
e l'altro azzurro che dilaga a macchia e ci ingloba
nel sogno del paesaggio, i lembi della vita
a volte hanno la forma inconsistente
di un dormiveglia estivo, si restringono
alla distanza breve che mi separa dalla tua bocca
la mezza torsione che fai col busto già bagnato
a chiedermi di seguirti là in mezzo, ho in testa mille volti
di pensieri che non partono, persi nella bonaccia
mentre l'aria ha smesso di essere vento 
e semplicemente ti attraversa.

KERBEROS

 

© 2014 Kerberos Bookstore.

Sito creato da Mario Famularo. Tutti i diritti riservati.

Sito ottimizzato per Google Chrome.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now